FAQ

Che cosa è la Federshiatsu
La FederShiatsu è una associazione nata nel 2005 dall’esigenza di un gruppo di operatori professionisti di shiatsu di essere affiancati finalmente da una organizzazione che potesse affiancarli con servizi e mezzi idonei a promuovere e tutelare la propria professionalità. , avesse a cuore i propri problemi e le proprie aspirazioni. Sono stati quindi compiuti dei passi che hanno concretizzato le idee alla base della Federshiatsu: Consulenti professionisti dei settori Legale, Commerciale - Fiscale, Previdenziale, della Comunicazione, del Marketing sono stati ingaggiati e stimolati per approfondire tutto quanto utile alla professione di operatore shiatsu e proporre iniziative. Un lavoro lungo e meticoloso, durato quasi 3 anni, che ha portato a produrre una voluminosa documentazione, pressoché unica, che presto verrà pubblicata su questo sito a disposizione esclusiva degli iscritti all’associazione.

Perché un’altra associazione professionale di shiatsu ?!
Il professionismo nello shiatsu ha faticato – e fatica- a decollare perché le associazioni professionali di shiatsu “storiche” non sono mai riuscite a creare quei servizi indispensabili di cui un professionista di shiatsu ha bisogno. Servizi come la consulenza fiscale, quella di marketing, legale, il sostegno psicologico al professionista , sono stati per lungo tempo trascurati e lo sono ancora oggi quando non sono menzionati appena con qualche cenno. Se la drammatica percentuale dell’80% dei diplomati delle scuole di shiatsu non lavora con lo shiatsu, ma va solo ad ingrossare le fila di un popolo in lista di attesa di un riconoscimento giuridico, questo è causato da questo disinteresse. Solo con l’ottimizzazione di una filiera, quella che parte dall’allievo e porta al professionista inserito, possiamo davvero sperare in un riconoscimento del valore economico e sociale che infine sarà sicuramente anche politico. Questo è lo spirito della Federshiatsu. Anche la Ricerca è stato un tema assente nelle associazioni storiche. La scienza non prende in considerazione studi basati su piccoli numeri di casi. Per questo motivo la Federshiatsu ha voluto affiancare la ricerca della Federazione Europea, universalmente riconosciuta dal mondo scientifico, pubblicata e resa celebre in tutti i Paesi Europei ma ignorata da molti qui in Italia. Continuiamo a fare oggi lo stesso con altre ricerche dove i risultati possano essere considerati scientificamente validi e non solo “indicazioni” di massima. Ancora solitari in Italia. Ecco perché un “altra associazione di shiatsu”!

Cosa avete fatto politicamente in questi anni?
Nel 2005 la Federshiatsu è stata accolta prima come quale membro affiliato nella ESF (European Shiatsu Federation), che raccoglie tra i propri membri a pieno titolo le principali associazioni di shiatsu di 9 nazioni Europee. Dal 2009 è membro a pieno titolo della ESF.
Nel 2006 ha sottoscritto, tra gli altri, il documento sullo shiatsu alla base della proposta per la applicazione della Legge Regionale Toscana sulle discipline bio-naturali. E’ stata quindi tra i firmatari dell’appello al Parlamento Europeo del 16 marzo 2006, in favore delle Medicine Complementari e Alternative. Sempre nel 2006 ha raggiunto un accordo di affiliazione con L’APOS, l’Associazione Professionale Operatori Shiatsu, finalizzata allo scambio di servizi e consulenze, nonché per organizzare il Congresso Europeo Shiatsu del novembre 2006 ad Abano Terme, con oltre 300 partecipanti. Negli anni dal 2007 al 2010 Federshiatsu è intervenuta numerose volte a difesa della professionalità degli operatori shiatsu. E’ stata l’unica associazione professionale ad aver sostenuto l’impugnazione del decreto formativo della Regione Lombardia denominato “Tecnico Operatore del massaggio Orientale” che includeva lo shiatsu insieme con altre discipline, e avrebbe cancellato professionalità e background di chi già operava come shiatsuka. Sempre unica associazione professionale di shiatsu Italiana ad aver contribuito alla Ricerca della European Shiatsu Federation sugli “Effetti e Sicurezza dello shiatsu”, basata su oltre 8000 trattamenti eseguiti in un lungo periodo in 5 nazioni. Nel 2009 infine è stata accolta quale “Full Member” nella European Shiatsu Federation. L’attuale segretario di questa organizzazione internazionale è anche membro del direttivo FederShiatsu.

Come si diventa soci?
FederShiatsu Italia ammette attualmente tra i propri soci gli operatori shiatsu che esercitano la professione liberamente o con rapporto di collaborazione/subordinazione da almeno 5 anni, e i diplomati di corsi professionali almeno triennali e almeno 600 ore di formazione frontale, in procinto di entrare nel mercato del lavoro. I soci hanno l’obbligo di attenersi scrupolosamente al codice deontologico FederShiatsu Italia ed essere in regola con il pagamento della quota associativa. Inoltre, per mantenere la qualifica di socio, è fondamentale il requisito dell’aggiornamento, da svolgersi in eventi organizzati dalla FederShiatsu stessa o in altre Associazioni, Scuole o Enti, purché specificatamente dedicati all’aggiornamento di operatori shiatsu.

Serve un esame per essere iscritti nell’elenco dei professionisti Federshiatsu?
No, non pensiamo che occorra sottoporre un allievo ad un esame se questi lo ha già sostenuto nell’Istituto dove ha svolto una adeguata formazione; soprattutto questo non è richiesto dalle associazioni di nessuna professione paragonabili allo shiatsu.

Se sono un allievo posso diventare un socio Federshiatsu?
Gli allievi dei Corsi di shiatsu triennali e almeno 600 ore di formazione frontale sono ammessi come una speciale categoria di soci sostenitori, i soci-studenti, per la durata del corso o comunque finché persiste la condizione di studente.

Quanto si paga per diventare soci e a cosa ho diritto?
La quote associativa annuale, se comprensiva di assicurazione, è di Euro 160,00, per i soci ordinari, e di Euro 130,00 per i soci sostenitori studenti, ed è valida 12 mesi; I soci ordinari (diplomati) hanno accesso a tutti i servizi on-line (scheda operatore e consulenze), Le Assicurazioni (Responsabilità civile, Infortuni e Tutela legale, attivate con la sottoscrizione con l’APOS, l’abbonamento alla rivista Starmeglio, l’iscrizione alla newsletter con le notizie, le strategie e gli aggiornamenti in anteprima, le brochure ed i volantini personalizzabili con i suggerimenti per il loro uso.
I soci studenti sono esclusi solo dall’invio delle brochure e dei volantini e dalla scheda di operatore on-line, e sono quindi anch’essi tutelati dalla polizza assicurativa e da quella legale, non meno dei diplomati, per praticare ed esercitarsi serenamente.
Solo il socio FederShiatsu può accedere al materiale e ai servizi di consulenza, e solo sul proprio computer, con accesso con password.

Che caratteristiche ha l’assicurazione che fornite?
Grazie all’accordo con l’APOS il socio FederShiatsu è tutelato da ben 3 dei migliori contratti assicurativi in questo campo (link al doc.) con una copertura assicurativa R.C.T. (Responsabilità Civile verso Terzi), una per la Tutela Giudiziaria, e una Infortuni (dell’Operatore stesso); Tutte incluse nella quota di iscrizione.

Alcune associazioni professionali sostengono di aver ricevuto o di essere in procinto di riconoscimento “giuridico” quindi di un riconoscimento dei propri iscritti, è vero?
No, e chi lo sostiene commette un abuso. Attualmente alcune associazioni hanno semplicemente fatto richiesta di annotazione presso il Ministero della Giustizia, in seguito al procedimento promosso dall’art. 26, del d.lgs. 206/2007. Collegatevi a questo proposito al sito del Ministro della Giustizia al link http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_4_2_6.wp;jsessionid=CEE29FCF9CCC0DC0626B8F2386C454C6.ajpAL02 che recita chiaramente che questo “procedimento non è finalizzato ad un riconoscimento o ad altra forma di regolamentazione, ma è specificamente volto alla individuazione degli enti che risultino essere in possesso dei requisiti strumentali all'annotazione nell'elenco.”

Le associazioni professionali di shiatsu dovrebbero esercitare più la funzione di sostegno al professionista , che si esplica anche con la corretta informazione; solo in questo modo lo shiatsu potrebbe conquistare il posto che merita nel tessuto economico e sociale. Lo shiatsu potrà essere riconosciuto solo da una legge nazionale che condurrà ad una regolamentazione che hanno già ricevuto altre professioni che provengono da formazione non universitaria. Basta guardare a quelle professioni per scoprire che non ci sono associazioni che possono garantire riconoscimento giuridico o una qualunque forma di abilitazione solo per il fatto di essere iscritti nelle loro liste.

 

 


  • Blizzard Woolrich Jacket
  • Woolrich Artic
  • Spaccio Cadriano Woolrich
  • Woolrich The Original Outdoor Clothing Company
  • Woolrich Sito Ufficiale Outlet
  • Woolrich Prezzi Bassi
  • Giacca Tipo Woolrich
  • Woolrich Shop Online Outlet
  • Prezzo Woolrich
  • Woolrich Lana